Vi racconto il mio lavoro – Episodio II: il primo colloquio

head

Tutto solitamente inizia con un contatto telefonico (3291761908) o tramite e-mail (tiziana.montalbano@hotmail.it), messaggio privato sulla mia pagina professionale su facebook (https://www.facebook.com/tizianamontalbanopsicologa.cormano.milano/). Stabilito un primo contatto e fatta una prima analisi della domanda (che mi permette di capire se è un caso di cui posso occuparmi o meno), fisso un appuntamento per un primo colloquio. Su quest’ultimo passaggio talvolta non posso sempre agire, perchè alcune persone decidono per motivi personali, di qualsiasi genere, di non voler accennare nulla sul motivo della consulenza; e va bene così..avremo modo di approfondire in seduta.

Il primo colloquio è un primo incontro con la persona e con la sua “storia”, ed è, a mio parere, il più delicato; stabilisce molte cose e permette, da una parte, alla persona di capire se si trova nel posto studio con il professionista giusto e dall’altra, allo psicologo, di farsi una prima idea sulla persona (non parliamo di diagnosi).

Solitamente servono circa 3 -4 incontri per capire l’entità del problema dalla persona e quali i possibili percorsi percorribili per aiutarla a recuperare il suo stato di benessere.

Questa prima fase può essere definita di raccolta dei dati anamnestici, cioè della storia di vita della persona; e in questa fase possono essere utilizzati anche dei test (valutando di caso in caso la necessità).

In questa delicatissima fase, si mostrano alla persona anche le regole da osservare (setting, orari, modalità di pagamento, privacy, clausole varie). Si sottoscrive quindi un vero e proprio contratto di impegno da ambedue le parti.

Cosa importantissima, da non scordare, è che uno psicologo in piena regola è abilitato e iscritto all’albo degli psicologi (https://areariservata.psy.it/cgi-bin/areariservata/albo_nazionale.cgi) e in quanto tale è tenuto ad osservare un codice deontologico che preserva l’utente/paziente, ma anche lo stesso professionista. Inoltre uno psicologo in regola emette fattura e se sanitarie sono scaricabili sulla dichiarazione dei redditi,

Il mio primo colloquio è a pagamento ed è una mia scelta, non credo molto nella gratuità delle cose (ho fatto le mie prove ed esperimenti vari). Chi và dallo psicologo sceglie di farlo ed ha una motivazione; il pagare dà un valore al lavoro che svolgo come paziente per la mia crescita e nel contempo dò valore al professionista che mi eroga il servizio.

Ho delle tariffe calmierate, però, perchè credo che la psicologia debba essere alla portata di tutti o quantomeno dei più e se ne valuto la necessità cerco sempre di venire incontro alla persona.

Alla fine del primo incontro non c’è alcun obbligo di proseguire con gli incontri, la persona decide sul momento o anche no, se proseguire o meno, se è scattato il giusto “feeling” con il suo terapeuta..eh si, perchè al mio psicologo racconterò della mia intimità, delle mie sofferenze, dovrò sentirmi tranquillo/a di poter esprimere le mie emozioni, pensieri, idee senza sentirmi giudicato, ma ascoltato e accolto.

Io cerco di pormi in questo modo, di adattare il mio stile ad ogni singolo individuo, di empatizzare con lui/lei senza perdere di vista che il soggetto protagonista delle storia è l’altro.

Ah..stavo per dimenticare..le consulenze psicologiche si svolgono anche on line su skype o telefono!

Continua il prossimo lunedì….segui il racconto del mio lavoro!

E se hai domande scrivimi pure:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.