Consulenza e supporto psicologico

hand-1106927_640

Ancora oggi molte persone pensano, erroneamente, che chiedere aiuto a uno psicologico significhi essere “pazzi”, ma non è così.

Ci sono infatti alcuni periodi della vita che possono essere particolarmente difficili da gestire, a volte eventi apparentemente”comuni” creano conseguenze più o meno gravi, a seconda della persona, della situazione e dell’ambiente che la circonda (famiglia, amici, lavoro).
Può essere utile richiedere una consulenza psicologica quelle volte in cui ci si trova in situazioni di stress, di blocco decisionale, di ansia, di tristezza, di disagio, di sofferenza, di disperazione, di lutto, di depressione, di euforia artificiale, di auto-svalutazione, di incomprensione, e in tutte quelle situazioni in cui ci si rende conto che le soluzioni, messe in atto in maniera autonoma, sono risultate poco adatte a stare meglio, creando un un malessere che finisce per influenzare la vita di tutti i giorni.
Qualsiasi cambiamento può essere vissuto come destabilizzante, (cambiare casa, lavoro, sposarsi, avere un figlio, laurearsi, entrare in menopausa, etc.), poiché può essere accompagnato da vissuti depressivi o ansiogeni causati proprio da quel qualcosa che è cambiato o  sta cambiando.

Chiunque  avverta la necessità di una consulenza specialistica si può rivolgere a uno psicologo: dalla persona in difficoltà alla famiglia che intende avere un figlio ma in seguito a svariati tentativi non riesce, al genitore che desidera comprendere il figlio adolescente; dalla persona che vorrebbe cambiare lavoro, ma non sa da dove cominciare, alla persona che è in crisi rispetto al proprio matrimonio o relazione.